b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi20
Visite MeseVisite Mese1144
Tot. visiteTot. visite148421
Giovedì, 13 Dicembre 2018 05:59

MINACCE A CLAUDIO FAVA, SOLIDARIETA’ DELL’UNCI. ZINGALES: “MESSAGGIO MAFIOSO PER FERMARE LE SUE BATTAGLIE PER LA LEGALITA’. NESSUNO RIUSCIRA’ A FERMARE LA VOGLIA DI VERITA’"

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Una busta contenente un proiettile è stata recapitata a Palermo negli uffici della Commissione parlamentare regionale antimafia

Il Gruppo siciliano dell’Unione nazionale cronisti italiani esprime solidarietà all’onorevole Claudio Fava, giornalista, presidente della Commissione parlamentare regionale Antimafia e figlio del giornalista e scrittore Giuseppe Fava ucciso dalla mafia nel 1984.

Stamane, a Palermo, una busta contenente un proiettile è stata recapitata negli uffici della Commissione antimafia regionale, a Palazzo dei Normanni. Il plico è stato aperto dai collaboratori di Fava, che sino alla scorsa primavera era stato il vice-presidente della Commissione nazionale antimafia, che hanno immediatamente chiamato la Digos.

“Il proiettile spedito a Fava– ha sottolineato il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales – è il tipico messaggio mafioso di chi vorrebbe fermare tutte le inchieste e le  istruttorie che la Commissione presieduta dal collega e deputato regionale ha avviato sui diversi settori: dal depistaggio della strage Borsellino sino al cosiddetto sistema ‘Montante’. L’Unci esprime piena solidarietà a Fava ed invita la Commissione ad andare avanti con inchieste, istruttorie e verifiche. L’unica strada da percorrere è quella della legalità e della lotta alle mafie. Nessuno riuscirà a fermare la voglia di verità”.

“I cronisti siciliani sono vicini a Claudio Fava – ha dichiarato il presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo –. Rivolgo a Claudio Fava la mia vicinanza personale nella consapevolezza che questo vile atto non scalfirà, e anzi rafforzerà, il suo impegno e la sua determinazione istituzionale sul fronte della lotta al malaffare”.
 

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria