b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi20
Visite MeseVisite Mese1144
Tot. visiteTot. visite148421
Giovedì, 13 Dicembre 2018 05:59

GALIMBERTI: “ORA NORME EFFICACI PER GARANTIRE LA SICUREZZA DI GIORNALISTI E PARENTI MINACCIATI”. ZINGALES: “RESTITUIRE SERENITA’ A FEDERICA E AI SUOI FAMILIARI”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Appello allo Stato della giornalista di Repubblica dopo le minacce e gli insulti subiti ad Ostia (Roma) da persone vicine al clan Spada
 
 
L’Unione nazionale cronisti italiani chiede agli organi competenti di rafforzare la vigilanza ai familiari della collega Federica Angeli dopo le minacce e gli insulti subiti la scorsa settimana ad Ostia (Roma) durante le operazioni di sgombero di una casa occupata abusivamente da un esponente del clan criminale degli Spada. Federica Angeli, cronista di Repubblica, nelle ultime ore ha lanciato un appello affinchè venga garantita dallo Stato “la sicurezza dei miei figli” dopo il tentativo di aggressione ad opera di alcuni membri della famiglia Spada.
 
“Il problema, come l’Unci denuncia da tempo, deve essere affrontato alla radice.- ha dichiarato il presidente dell’Unione cronisti, Alessandro Galimberti – inasprendo le norme sulla minaccia aggravata, in modo da consentire alla magistratura e alle forze dell’ordine di intervenite in modo tempestivo ed efficace sui latori della minaccia”.
 
Per il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, “lo Stato deve restituire serenità a Federica Angeli e ai suoi familiari. E ciò può avvenire anche con il potenziamento dei servizi di vigilanza e di sicurezza per la collega e per i suoi familiari”.
 

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria