Lunedì, 18 Dicembre 2017 09:39

SOLIDARIETÀ A PAOLO BORROMETI

Nuove minacce al giornalista ragusano: In un audio, il fratello del boss siracusano De Carolis offende pesantemente il cronista
 
LA SOLIDARIETA’ DELL’UNCI SICILIA A PAOLO BORROMETI: INAUDITA VIOLENZA CHE IMPONE RIFLESSIONE
 
Il Gruppo siciliano dell’Unci esprime solidarietà al cronista Paolo Borrometi oggetto di una nuova violenta minaccia da parte di Francesco De Carolis, fratello di Luciano De Carolis, già condannato e considerato uno degli “elementi di spicco del clan Bottaro-Attanasio di Siracusa”. 

In un audio pubblicato sul sito “La Spia.it”, a corredo di un articolo in cui vengono descritti gli affari mafiosi cittadini ed i boss in libertà a Siracusa, De Carolis aggredisce verbalmente Borrometi dicendo che "il giorno in cui ti incontro giuro giuro che con due gran pugni nella faccia ti devo mandare all’ospedale. Devo perdere il nome mio se non ti prendo la mandibola e te la metto dietro. Hai capito? E non scordare di quello che ho promesso”.

Già pesantemente minacciato per le sue numerose inchieste antimafia e aggredito fisicamente il 16 aprile del 2014, dall’agosto di quello stesso anno Borrometi – cronista dell’agenzia Agi - vive sotto scorta. 

“L’inaudita violenza verbale di cui ancora una volta è vittima Paolo Borrometi - ha detto Andrea Tuttoilmondo, presidente regionale dell’Unci - impone una riflessione sul clima d’odio in cui i cronisti, specialmente in determinati territori della Sicilia, sono costretti a lavorare. Manifesto al collega la vicinanza dei cronisti siciliani, rivolgendogli l’auspicio affinché prosegua con immutato coraggio il suo lavoro, e con la consapevolezza di non essere solo”.

Lo scorso 13 ottobre anche l’Unci, assieme ai vertici nazionali di Fnsi e regionali di Assostampa e Ordine dei giornalisti, è stata al fianco del cronista in un’aula del tribunale di Ragusa nell’udienza dibattimentale del processo a carico di Venerando Lauretta accusato di minacce aggravate dal metodo mafioso, dalla continuità e dalla recidiva formulate attraverso social network nei confronti del collega.

 
 
Il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, oltre a manifestare <piena e convinta solidarietà> a Paolo Borrometi, invita gli organi competenti <ad adottare adeguati provvedimenti nei confronti di De Carolis che ha minacciato e insultato pesantemente il collega>.
 

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano