Martedì, 24 Ottobre 2017 09:26

SANTI CONSOLO IN VISITA AL GIARDINO DELLA MEMORIA DI PALERMO.

Il capo del Dap-Dipartimento della polizia penitenziaria renderà omaggio alle vittime della mafia. 

 

Il prossimo venerdì 9 giugno, alle ore 10,30, al Giardino della Memoria di Palermo, Unci e Anm assieme all’Amministrazione della polizia penitenziaria ricorderanno le vittime della mafia.  Interverranno il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, Santi Consolo, il Provveditore regionale dell’Amministrazione penitenziaria per la Sicilia, Gianfranco De Gesu, il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.La visita di Consolo al Giardino di Ciaculli coincide con il bicentenario della fondazione del Corpo della polizia penitenziaria (1817-2017). L’atto di nascita del Corpo è riconosciuto nelle Regie Patenti promulgate il 18 marzo 1817 da Vittorio Emanuele I di Sardegna che approvarono il . Il Regno di Sardegna avviava la riforma delle carceri, specializzando i Soldati di Giustizia per le funzioni di sorveglianza e di sicurezza. Per l’Unione cronisti saranno presenti il Vice-Presidente nazionale Leone Zingales ed il presidente regionale Andrea Tuttoilmondo. Per l’Associazione nazionale magistrati (distretto di Palermo) interverrà il presidente della Giunta esecutiva Sergio Gulotta. Santi Consolo ricorderà inoltre, assieme a cronisti e magistrati, e alla presenza dei familiari, i caduti per mano mafiosa della polizia penitenziaria. All’evento del 9 giugno saranno presenti anche i direttori ed i comandanti delle carceri ed istituti di pena della Sicilia.

 

BREVE STORIA DEL GIARDINO DELLA MEMORIA  - Il Giardino della Memoria è stato inaugurato ufficialmente il 5 gennaio 2005. Unci e Anm gestiscono l’appezzamento di terra che è stato confiscato nel 1993 ad un esponente mafioso della zona. Periodicamente nel Giardino cronisti e magistrati piantano alberi dedicandoli alle vittime della mafia. In due speciali occasioni il Giardino ha ospitato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano (15 giugno 2007) e, nel ventennale della strage di Capaci, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti (23 maggio 2012). Il 6 gennaio 2015 l’allora giudice della Corte costituzionale, Sergio Mattarella, oggi Presidente della Repubblica, ha visitato il Giardino di Ciaculli in occasione della piantumazione di un albero dedicato al fratello Piersanti, ucciso dalla mafia nel 1980 a Palermo. Assieme all’Unci e all’Anm, la Fondazione Falcone collabora allo sviluppo di altre iniziative. (UNCI)

 

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano