Martedì, 28 Marzo 2017 23:30

SCOMPARSO IL FRATELLO DI MAURO DE MAURO. IL CORDOGLIO DELL’UNCI

Il celebre linguista ed ex ministro, Tullio De Mauro, si è spento a Roma. Aveva 84 anni

                                           
E’ morto a Roma a 84 anni il celebre linguista Tullio De Mauro, docente universitario, già ministro  della Pubblica Istruzione dal 25 aprile del 2000 all’11 giugno del 2001 e presidente della Fondazione Bellonci. Fratello minore del giornalista de L’Ora, Mauro, sequestrato e ucciso dalla mafia il 16 settembre 1970, il professore De Mauro aveva salutato con soddisfazione l’iniziativa dell’Unci che, a tanti anni di distanza dalla scomparsa del congiunto, era riuscita a far collocare una lapide sul luogo del sequestro, in viale delle Magnolie a Palermo. Per l’occasione al vicepresidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, aveva fatto pervenire il seguente messaggio: "Palermo è assai cambiata rispetto alla cupa città spaventata e assoggettata degli anni intorno al 1970. A prezzo carissimo di vite umane Palermo ha trovato in sé la forza di riconoscere il proprio diritto a una vita più libera, più civile. Né a Palermo, né in Italia la coscienza si traduce però facilmente in atti che realizzino quel diritto. Il cammino è lungo, la fatica a tratti disperante. E dunque è un atto già significativo, non trascurabile non banale che la città, grazie ai suoi cronisti, grazie al Comune, si ricordi e accetti di ricordare su una pietra durevole chi quel cammino aveva cominciato a percorrere con il suo lavoro di giornalista puntuale e rigoroso".

L’Unione nazionale cronisti italiani esprime il cordoglio per la scomparsa e ne ricorda l’impegno scientifico.

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano