Martedì, 22 Settembre 2020 03:40

Intercettazioni: a Latina cronisti contro il bavaglio

DDL ALFANO:  MANIFESTAZIONE DAVANTI AL TRIBUNALE

 

Distribuito  ai cittadini un volantino con le notizie “proibite”

01 luglio 2010, Latina - Dai dieci indagati per il crollo di Ventotene, nel quale hanno perso la vita  due studentesse romane, agli esami che hanno portato a scoprire uno dei presunti  assassini nella "guerra criminale" che ha insanguinato Latina all'inizio  dell'anno. Queste e altre notizie sul "Bavaglio", il volantino distribuito dai  cronisti pontini nel corso di una manifestazione contro il disegno di legge  Alfano di fronte al Tribunale di Latina.

Sul "Bavaglio" sono state  riportate tutte le informazioni che, se fosse stata in vigore la legge, non  sarebbero mai uscite, compresi casi di usura, l'ex vice sindaco indagato come il  coordinatore provinciale del Pdl, i kiwi "dopati" e le infiltrazioni mafiose al  mercato ortofrutticolo di Fondi. All'iniziativa hanno preso parte, fra gli  altri, il presidente dell'Unione nazionale cronisti Guido Columba, quello di  Stampa Romana Fabio Morabito e il segretario della stessa associazione, Paolo  Butturini.

Hanno aderito l'associazione  Legal Aid, Bassiano cittadella del diritto, Alternativa comunista e Prc oltre a  diversi cittadini a titolo personale. "Difendiamo il nostro dovere di informare  - ha detto Giovanni Del Giaccio, fiduciario dei cronisti pontini - ma  soprattutto il diritto dei cittadini di sapere".

Il Tribunale è stato scelto  come luogo simbolo "della cronaca nera e giudiziaria che non potremo più  seguire". I giornalisti di Latina e provincia hanno indossato una maglietta con  la scritta "Nessun bavaglio, informazione libera!" con la quale poi hanno svolto  il consueto "giro" di cronaca in Questura, Tribunale e ospedale.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria