b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi92
Visite MeseVisite Mese2475
Tot. visiteTot. visite173316
Sabato, 20 Luglio 2019 22:11

LA COMMEMORAZIONE DI MARIO FRANCESE A PALERMO

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti questa mattina a Palermo ha partecipato alla commemorazione del giornalista assassinato dalla mafia

VERNA: “FRANCESE, UN ESEMPIO PER TUTTI I CRONISTI”. ZINGALES: “AVEVA CAPITO CHI ERANO I NUOVI BOSS E PER QUESTO LO HANNO UCCISO”

 

b_0_0_0_00_images_phocagallery_comm._francese_26-1-2019-_foto_alessandro_lombardi.jpg

 

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna, ha partecipato questa mattina alla cerimonia di commemorazione in ricordo di Mario Francese, il giornalista ucciso dalla mafia la sera del 26 gennaio 1979. che si è svolta a Palermo sul luogo dell’agguato, in viale Campania.  L’iniziativa, come avviene dal 2006, è  stata organizzata dall’Unci-Unione cronisti italiani (Gruppo di specializzazione della Fnsi).

“Mario Francese – ha detto Verna – è stato un esempio per tutti: serietà, preparazione professionale e coraggio”.

“Fu il primo cronista - ha osservato Leone Zingales, -vice-presidente nazionale dell’Unci  - a raccontare la ‘scalata’ del clan dei ‘corleonesi’ di Riina  al vertice di Cosa nostra. Mario Francese aveva compreso chi erano i nuovi boss e per questo lo hanno ucciso”.

Alla cerimonia erano presenti i figli di Francese, Massimo, Fabio e Giulio, il sindaco Leoluca Orlando, il prefetto Antonella De Miro, il capocentro  di Palermo della Dia, colonnello Antonio Amoroso, il questore Renato Cortese, ufficiali dell'Esercito, magistrati, volontarie della Croce rossa ed i comandanti provinciali dell’Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza e della polizia  municipale.  Per l'Assostampa siciliana è intervenuto Massimo Bellomo.

“Mario Francese - ha detto il sindaco Orlando - non sarà mai dimenticato. Era un giornalista dalla schiena dritta che non si è piegato ai poteri forti ”.

“Ricordare Mario Francese, davanti alla  lapide di viale Campania, nel luogo in cui fu ucciso, rappresenta ancora oggi - ha  detto Giulio Francese - una sfida ed un impegno. Io ringrazierò sempre l’Unione cronisti che nel 2006, prima organizzazione giornalistica tra tutte, ha fatto un passo avanti per fare sentire la mia famiglia meno sola collocando qui in viale Campania una lapide a ricordo di mio padre”.

Per il presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo, “Francese è un esempio che supera indenne il trascorrere del tempo e ci ricorda l'importanza di un lavoro serio e coscenzioso".

Nella foto:Il presidente nazionale dell'OdG, Carlo Verna, alla commemorazione di Mario Francese (foto Alessandro Lombardi)

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria