b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi68
Visite MeseVisite Mese2017
Tot. visiteTot. visite179981
Mercoledì, 18 Settembre 2019 14:00

MORRA: “LUOGO STRAORDINARIO E RICCO DI VALORI DOVE LA LEGALITA’ STA OTTENENDO LUSINGHIERI CONSENSI”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Il presidente della Commissione antimafia, Nicola Morra, in visita al Giardino della Memoria di Palermo si sofferma davanti all'albero dedicato al generale Dalla ChiesaIl Presidente della Commissione nazionale Antimafia, Nicola Morra, ed il magistrato Roberto Tartaglia, consulente della Commissione parlamentare,  hanno visitato stamane il Giardino della Memoria di Ciaculli, il sito confiscato alla mafia e gestito da Unione cronisti e associazione magistrati. Morra è stato accolto dal vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, il quale – nel corso della visita – ha illustrato la storia del Giardino e le finalità socio-didattiche in tema di legalità. La visita non era stata programmata ma il presidente Morra e Tartaglia hanno chiesto di poter visitare il sito gestito da cronisti e magistrati per rendere omaggio a tutte le vittime della mafia.
Morra si è soffermato per un momento di riflessione davanti agli alberi che ricordano il sacrificio del presidente della Regione siciliana, Piersanti Mattarella, del giudice Giovanni Falcone, ucciso nella strage del 1992 assieme agli agenti di polizia Antonio Montinaro, Vito Schifanie Rocco Dicillo, del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso il 3 settembre 1982 a Palermo assieme alla moglie e all’agente Domenico Russo, del sottufficiale della polizia penitenziaria Luigi Bodenza, ucciso dalla mafia catanese nel 1994 e del Beato Giuseppe Puglisi, ucciso a Brancaccio nel 1993. Al termine della visita Morra si è soffermato a parlare con carabinieri, agenti di polizia, agenti della polizia penitenziaria, militari della Guardia di finanza e con il vice-capocentro della Dia di Palermo, tenente colonnello della Guardia di finanza Fabrizio Leporatti. Morra manifestato parole di incoraggiamento e di buon lavoro ciascuno per le rispettive competenze d’istituto.
Morra e Tartaglia in precedenza avevano partecipato alle cerimonia in ricordo delle vittime della strage di Ciaculli a Palermo, in cui hanno perso la vita quattro carabinieri, un maresciallo ed un soldato dell'Esercito e un sottufficiale della Polizia di Stato. Il cippo, infatti, si trova a circa 1 chilometro dal Giardino gestito da Unci e Anm
“Davvero un luogo straordinario questo Giardino di Palermo – ha sottolineato il presidente della Commissione antimafia, Morra – dove l’idea di ricordare le vittime con gli alberi è stimolante e al tempo stesso ricca di valori. Un plauso meritato a giornalisti e magistrati per questa manifestazione di legalità in un territorio difficile”. Alla visita al Giardino hanno partecipato anche, tra gli altri, il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, i comandanti regionale dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza, generali Giovanni Cataldo e Riccardo Rapanotti.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria