Lunedì, 18 Dicembre 2017 09:35

INTERDETTO L'ACCESSO AI CRONISTI IN AREA SBARCO MIGRANTI PORTO CATANIA UNCI SICILIA: SCELTA PREOCCUPANTE. NESSUNA RESTRIZIONE AL DIRITTO DI CRONACA

Impedito l'ingresso alla zona anche ai cronisti accreditati dalla Prefettura 

 
 
Il Gruppo siciliano dell’Unione Cronisti esprime preoccupazione e condanna per quanto accaduto recentemente al porto di Catania, dove è stato impedito ai giornalisti, pur accreditati dalla Prefettura, di accedere all’area in cui si stavano svolgendo le operazioni di sbarco dei migranti che si trovavano a bordo della nave "Aquarius" della Ong Sos Mediterrannee. 

Già altre volte, in passato, è stato interdetto ai cronisti l’accesso alla zona, impedendo loro la possibilità di raccontare le fasi dello sbarco e soprattutto raccogliere testimonianze utili a comprendere più approfonditamente il dramma del fenomeno migratorio.

"L'appello è che, come già avviene durante gli sbarchi di migranti in altri scali marittimi dell'isola - ha detto il presidente regionale dell'Unione Cronisti Andrea Tuttoilmondo -, anche in quello di Catania possa essere riservata dalle autorità portuali un'area alla stampa che consenta ai cronisti di svolgere adeguatamente, e senza inconcepibili restrizioni, il proprio lavoro nel pieno rispetto della sicurezza e dell'esercizio del diritto di cronaca".

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano