Mercoledì, 24 Maggio 2017 04:22

Danneggiata a Legnano (Milano) la targa di un giardino pubblico intitolata a Giuseppe Impastato, ucciso dalla mafia nel 1978

L’UNCI CONDANNA L’ATTO VANDALICO E CHIEDE ALLE FORZE DELL’ORDINE DI FARE LUCE

L’Unione nazionale cronisti italiani <condanna> l’atto di vandalismo compiuto a Legnano (Milano) dove è stata danneggiata la targa dedicata a Giuseppe Impastato nel giardino tra via Risorgimento e via Pasteur poche ore prima dell’inaugurazione a cura dell’Amministrazione comunale. A dare l’allarme sono stati due giovani, Rosario e Jennifer, che tornavano dalla proiezione del film “i cento passi” di Marco Tullio Giordana, un lungometraggio che rievoca la figura di Impastato e del gruppo di amici di Radio-Aut. Ignoti hanno dato fuoco al telo che copriva la targa in attesa dell’inaugurazione che, ieri mattina, si è svolta regolarmente. Sono stati proprio di due ragazzi che hanno notato il danneggiamento i primi a ripulire la targa che è stata ripristinata da operai dell’Amministrazione comunale. Il sindaco Alberto Centinaio ha denunciato il danneggiamento alle forze dell’ordine.

Per il presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti si tratta di un <episodio grave, espressione di una subcultura mafiosa che da tempo ha attecchito in Lombardia nel disinteresse di chi crede ancora di potersi sentire immune dal virus mafioso>..

<Preoccupa – ha sottolineato il Vice-Presidente dell’Unci, Leone Zingales – il fatto che il danneggiamento arrivi a poche ore dalla conclusione della X^ Giornata della memoria dedicata ai giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, a Torino, dove abbiamo ricordato, tra gli altri, proprio Impastato, e a 48 ore dalla commemorazione di Impastato che avrà luogo il 9 maggio a Cinisi, nel Palermitano, dove fu orrendamente trucidato nel 1978. Alle forze dell’ordine chiediamo di fare luce sull’episodio e denunciare i responsabili>.

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano