Sabato, 19 Ottobre 2019 01:55

Una mozione per la libertà di stampa al Consiglio regionale della Lombardia

INTERCETTAZIONI: PRESENTATA DA  CARLO PORCARI E STEFANO TOSI DEL PD

Il diritto di cronaca deve poter essere  esercitato liberamente

11 settembre 2009, Milano -  Pubblichiamo il testo della mozione presentata su sollecitazione dei Gruppo  Cronisti Lombardi da Porcari, capo gruppo del Pd, e Tosi, consigliere regionale  e segretario provinciale di Varese del Pd

 MOZIONE

Il Consiglio regionale della Lombardia,

VISTO CHE:

l’articolo 21 della Costituzione della Repubblica italiana  dispone che “La stampa non può essere sottoposta ad autorizzazioni o censure”;

il Parlamento si appresta ad approvare un disegno di legge  firmato dal Ministro della Giustizia Alfano che prevede il carcere per i  giornalisti e pesanti sanzioni per gli editori qualora pubblichino notizie  riservate esercitando il diritto di cronaca;

Si sono avviate cause milionarie di risarcimento danni  contro importanti testate giornalistiche da parte di protagonisti della  politica;

è presente nel nostro Paese una forte concentrazione di  mezzi di comunicazione e di potere politico;

CONSIDERATO CHE:

la Federazione Europea dei giornalisti, nella seduta del 19  maggio 2009, ha approvato due mozioni urgenti in difesa della libertà di  opinione, informazione e di stampa e contro le pressioni sul giornalismo;

le azioni costituite e le dichiarazioni rivolte verso la  stampa destano enorme preoccupazione non solo tra i giornalisti italiani;

questo clima di continua esasperazione ha indotto la  Federazione Nazionale della Stampa italiana con altre associazioni di categoria  a promuovere per il 19 settembre una manifestazione nazionale in difesa della  libertà di stampa;

IMPEGNA LA GIUNTA REGIONALE:

- a promuovere tutte le iniziative necessarie per favorire  un clima nel quale il diritto di cronaca possa essere pienamente esercitato e la  differenza di opinione sia un terreno per favorire il confronto, e pertanto ad  aderire alla manifestazione indetta dalla FNSI e da diverse associazioni per la  libertà di stampa;

- a farsi portatore presso il Governo di tutte le istanze a  tutela del diritto di cronaca ed informazione secondo gli standard delle  democrazie più avanzate.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria