Sabato, 19 Ottobre 2019 01:52

Per l’Europa è illegittimo il carcere per i giornalisti mentre l’Italia pensa a raddoppiare le pene detentive

INTERCETTAZIONI: I CRONISTI PRONTI ALLA MOBILITAZIONE PER LO SCIOPERO

 

Il ddl  Alfano punta ad impedire che i cittadini siano informati dei grandi scandali

14 maggio 2009 - La Corte europea dei  diritti dell’uomo ha dichiarato illegittime le pene detentive per i giornalisti  previste dalle leggi dei Paesi europei. La Corte ha condannato la Grecia al  risarcimento integrale di un giornalista condannato per diffamazione, proprio  mentre l’Italia sta per varare il ddl Alfano che cancella la cronaca giudiziaria  e introduce nuove, pesanti misure detentive contro la libertà di stampa

Secondo la Corte Ue, le pene detentive per i giornalisti, anche se convertibili  in ammende pecuniarie, sono incompatibili con la libertà di espressione  garantita dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Anche la sola  minaccia del carcere, scrivono i giudici europei, ha effetti negativi sul  diritto della collettività a ricevere informazioni, che devono essere vere,  complete e non asservite alla politica o ai potenti di turno.

In Italia invece il Governo ha posto la fiducia sul disegno di legge Alfano, in  via di approvazione alla Camera nei prossimi giorni.

Il Ddl spegnerà per sempre la cronaca giudiziaria, per  evitare l’esplosione di nuove Bancopoli, Calciopoli, Vallettopoli e di qualsiasi  indagine che possa "disturbare”.

A garanzia dell’operazione oscurantista il Governo  introduce altro carcere per i giornalisti (fino a tre anni, se pubblicheranno  intercettazioni tra indagati) e pene pecuniarie per le aziende, costringendole a  diventare il primo baluardo della censura.                                                

L’Unci ribadisce il fermo NO al progetto liberticida  dell’informazione che spingerebbe l’Italia anche fuori dall’Europa. I Cronisti  italiani sono pronti alla mobilitazione per difendere non un privilegio di  casta, ma un diritto costituzionale che appartiene a tutti i cittadini italiani,  cittadini europei”.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria