Sabato, 10 Giugno 2023 19:40

Perquisizione per due colleghi a Prato - Si tenta di limitare il diritto di cronaca

FERMA PROTESTA DI GRUPPO  TOSCANO E  UNCI PER UN ATTO GRAVE

Nel  mirino Nencioni del Tirreno e Duranti de La Nazione

20  febbraio 2010 - Il Gruppo  cronisti toscani e l’Unione nazionale cronisti italiani (Unci) esprimono piena  solidarieta’ ai colleghi Paolo Nencioni del “Tirreno” e Elena Duranti de “La  Nazione” di Prato le cui abitazioni ed i loro posti di lavoro sono stati  perquisiti dai carabinieri. Un atto grave che non fa che confermare le sempre  crescente difficolta’ del lavoro dei cronisti. Un atto  nei confronti del quale  e’ ferma la protesta del Gruppo cronisti toscani e dell’Unci.  

Ai due colleghi e’ stata  contestata la violazione del segreto istruttorio per aver pubblicato sui due  quotidiani la notizia di un carabiniere accusato di violenza sessuale nei  confronti di un giovane. In questo contesto la “visita” dei militari nelle  abitazioni dei due cronisti e poi nelle redazioni dei due quotidiani e’ la  rappresentazione plastica dei rischi e degli ostacoli che sempre di piu’  caratterizzano il lavoro di cronaca. Quanto accaduto non puo’ che essere  interpretato come un oggettivo tentativo di limitare il diritto-dovere di fare  informazione, un diritto-dovere per il quale i cronisti di tutto il Paese si  battono ogni giorno in prima persona 

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria