Venerdì, 1 Marzo 2024 02:39

Palermo:nascerà un museo nel Giardino della Memoria

FINANZIAMENTO DI UN MILIONE DI EURO DA  PARTE DELLA ARCUS

 

Realizzato nel 2004 da  Unci Sicilia e Anm di Palermo a Ciaculli

16 dicembre 2010, Palermo -  La  Arcus spa finanzierà con 1 milione di euro la realizzazione di un  museo nel  Giardino della Memoria  creato nel 2004 dall’Unci Sicilia  e dall’Anm di Palermo  su un terreno confiscato alla mafia nel territorio di Ciaculli. Lo ha annunciato  l'ambasciatore Ludovico Ortona, presidente della spa in condominio tra i  ministeri dei Beni culturali e delle Infrastrutture per il finanziamento di  progetti culturali con il 3 per cento dei fondi per le Grandi Opere.

Il progetto, promosso dalla  fondazione Giovanni e Francesca Falcone, insieme con l'Associazione nazionale  magistrati, sezione di Palermo, e dal gruppo siciliano dell'Unione cronisti  italiani, prevede la riqualificazione ambientale del Giardino e la costruzione  di una casa-museo destinata alla promozione della cultura, della legalità e  della coscienza ambientale nelle giovani generazioni. Con il finanziamento di  Arcus si provvederà al recupero e il reimpianto degli agrumeti abbandonati, che  saranno inseriti in un più vasto progetto botanico, nonchè a opere di messa in  sicurezza e consolidamento del territorio e alla realizzazione di un edificio  destinato ad attività didattiche multimediali e ad area museale per la  celebrazione della attività di contrasto alla mafia.

 “L'obiettivo – ha detto  Ortona - è quello di contribuire al recupero ambientale ed etico di un luogo  simbolo della lotta vittoriosa alla mafia, con la confisca e successiva  assegnazione alla fondazione Falcone e a Unci ed Anm, ed esemplare dei caratteri  storici e naturalistici del territorio, con il ripristino e la riqualificazione  del paesaggio della Conca d'Oro. Un progetto di grande importanza per il suo  contributo alla promozione di una cultura del contrasto alla criminalità  organizzata e alla diffusione di una coscienza civica e ambientale".

Il Giardino  è nato dalla  collaborazione tra Leone Zingales, presidente dlel’Unci Sicilia e  Massimo  Russo, Presidente della sezione distrettuale dell’Associazione nazionale dei  magistrati. Nel Giardino, inaugurato il 19 luglio 2004, vengono piantati alberi  in ricordo di magistrati, giornalisti e uomini delle forze dell’ordine vittime  della mafia. Il  15 giugno 2007 il Giardino della Memoria è stato visitato dal  Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il quale ha detto: “Bravi, state  facendo un buon lavoro. Andate avanti così. Continuate su questa strada”

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria