Lunedì, 24 Giugno 2024 14:20

Ricordato Sandro Tito a 10 anni dalla prematura scomparsa

PALERMO:  INIZIATIVA DEI CRONISTI E DELL’ORDINE

I familiari hanno regalato  all’Ordine un busto del collega 

21 marzo 2010, Palermo - L'Ordine dei  Giornalisti di Sicilia ed il Gruppo siciliano dell'Unci-Unione nazionale  cronisti italiani hanno ricordato questa mattina a Palermo il collega Sandro  Tito a 10 anni dalla prematura scomparsa.                                                                         

Nella sede dell'Ordine dei Giornalisti, in via Gianlorenzo Bernini (quartiere  palermitano dell'Uditore), hanno commemorato Tito - cronista di 'nera' e  'giudiziaria' - il presidente dell'Ordine, Franco Nicastro, il presidente  dell'Unci Sicilia, Leone Zingales, ed un collega che ha lavorato a fianco dello  stesso Tito, Vittorio Corradino.                                                     

Per l'occasione i familiari di Tito, i fratelli Antonio e Daniele e la vedova  Giusy Inzinna, hanno donato all'Ordine dei Giornalisti una scultura che  raffigura il cronista scomparso 10 anni fa. Il busto, opera dello scultore  palermitano Salvatore Macaluso, è stato sistemato nei locali della nuova sede  dell'Ordine.    

Franco Nicastro, presidente dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia, ha  annunciato che nella nuova sede dell'Ordine, in un immobile confiscato alla  mafia, sarà allestito il Circolo della Stampa che sarà intitolato a Mario  Francese.                                                                                     

Leone Zingales, presidente dell'Unci Sicilia-Unione cronisti italiani, ha  ricordato le qualità professionali di Sandro Tito: “un cronista 'da strada' - ha  detto Zingales - che verificava personalmente le notizie sul  campo, con certosina serietà e, non contento, faceva un ulteriore verifica. Non  si fidava dei 'sentito dire', delle 'mezze voci' raccolte nei più disparati  ambienti. Per non incorrere in errori e imprecisioni verificava e  contro-verificava le notizie”.                 

Tito è stato poi ricordato dal fratello Antonio e dalla vedova, signora Giusy  Inzinna. “E' stato tra i primi, se non il primo giornalista a Palermo - ha detto  Antonio Tito - ad essere scortato perchè minacciato dalla criminalità  organizzata. Ringrazio i cronisti palermitani per avere ricordato un uomo che ha  speso tanto per la nostra regione, un giornalista che merita di essere ricordato  per le sue doti professionali                                                                                    

La cerimonia è stata allietata da un momento musicale nel corso del quale sono  state interpretate canzoni scritte, come ha ricordato Nicastro, tra gli altri,  “dai giornalisti Salvo Licata e Mauro De Mauro”.                                                                                                             

Alla manifestazione promossa dall'Unci Sicilia hanno partecipato decine di  colleghi e amici di Sandro Tito il quale, tra l'altro, quando ha prestato la sua  professionalità per il “Giornale della Calabria”, ha avuto la possibilità di  operare nel campo del volontariato a Reggio Calabria e ha collaborato con alcuni  detenuti del carcere di Catanzaro alla redazione di un 'giornalino' interno alla  struttura penitenziaria.

Scheda biografica

Sandro Tito è nato a Palermo il 26 aprile 1955  ed è morto a Reggio Calabria il 21 marzo 2000. Ha cominciato ad occuparsi di  giornalismo nel 1977 collaborando ai notiziari di Radio Apache Palermo. Risale  al 1982 l'iscrizione all'albo dei Pubblicisti; dal 1982 al 1984 ha diretto  l'Ufficio stampa della Cisl siciliana. Nel 1987 ha superato gli esami di  idoneità professionale.E' stato, tra l'altro, redattore di cronaca 'nera' e  'giudiziaria' del quotidiano L'Ora, corrispondente di Paese sera',  vice-direttore del Tg di Rtc Trapani, collaboratore di trasmissioni televisive  Rai come 'Chi l'ha visto?', 'Parte civile' e 'L'Italia in diretta'. Tra il 1996  ed il 2000 ha lavorato come caposervizio-cronaca del quotidiano reggino 'Il  Quotidiano della Calabria'.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria