Sabato, 19 Ottobre 2019 01:14

Fa resoconto senza intervistarlo, sindaco censura una cronista Rai

GROTTESCO  EPISODIO A PESCARA, SOLIDARIETA’ DELL'UNCI ABRUZZO

18 marzo 2011, Pescara -  L’Unione nazionale cronisti dell’Abruzzo esprime solidarietà alla collega della  Rai Donatella Speranza per la censura da parte del sindaco e del presidente del  Consiglio comunale di Pescara, i quali hanno ritenuto di doverle contestare,  durante una manifestazione pubblica, un servizio relativo alla “Notte bianca”  svoltasi a Pescara per i 150 anni dell’Unità d’Italia.                                                                                                                    

Il motivo della contestazione-censura è a dir poco grottesco: nel servizio non  erano contenute le interviste a Mascia e Di Biase! Questo è solo l’ultimo  esempio dell’arroganza dei politici i quali ritengono che i giornalisti debbano  essere loro amanuensi, pronti a scattare a comando per riportare fedelmente i  loro pensieri.                                                                                         

E' bene che si rassegnino: il giornalista svolge la sua professione in modo  autonomo, avendo come riferimento solo la verità sostanziale dei fatti, non i  desiderata del politico di turno. Volere interferire non solo nei contenuti, ma  anche nella tecnica e nella costruzione delle notizie, non è compito di chi è  stato eletto per svolgere funzioni amministrative. Certi politici si preoccupino  di governare, lasciando ai giornalisti il già difficile compito di informare  compiutamente l’opinione pubblica. Nel caso specifico, l’insieme della notte  bianca, vivacizzata da migliaia e migliaia di cittadini.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria