b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi47
Visite MeseVisite Mese2471
Tot. visiteTot. visite165296
Mercoledì, 22 Maggio 2019 09:18

ZINGALES: “PEPPINO IMPASTATO UNA VOCE LIBERA E CORAGGIOSA CHE NON DIMENTICHEREMO MAI”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
b_0_0_0_00_images_impastato9maggio.pngIl Vice-presidente nazionale dell’Unci ha ricordato l’attivista, ucciso dalla mafia 41 anni fa, sul luogo dell’omicidio
 
L’Unci ha ricordato Giuseppe Impastato a 41 anni dall'omicidio avvenuto a Cinisi (Pa) il 9 maggio del 1978 sulla linea ferroviaria che da Palermo conduce a Trapani. Il Vice-presidente nazionale dell'Unione cronisti, Leone Zingales ha reso omaggio all’attivista assassinato dalla Cosa nostra soffermandosi per alcuni minuti di riflessione sul luogo dell'omicidio. Nel casolare di via 9 maggio 1978, Peppino Impastato fu torturato a morte dai suoi carnefici. 
"La settimana scorsa, a Matera, il sacrificio di Peppino Impastato è stato ricordato in occasione della Giornata delle Memoria dedicata ai giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, evento promosso dall’Unione cronisti - ha sottolineato Leone Zingales –. Oggi lo abbiamo ricordato qui a Cinisi davanti al casolare in cui ha trovato la morte. Peppino Impastato è stato un simbolo nella lotta alla prepotenza mafiosa. Dai microfoni di Radio Aut raccontava i misfatti della mafia e gli intrecci tra politica inquinata, comitati d’affari e capibastone. La sua era una voce libera e coraggiosa. Non lo dimenticheremo mai".  Il casolare di via 9 maggio 1978 a Marina di Cinisi è stato dichiarato nel 2014 sito di interesse culturale dalla Regione siciliana. 
 
 

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria