b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi119
Visite MeseVisite Mese352
Tot. visiteTot. visite210702
Giovedì, 2 Aprile 2020 18:29

ZINGALES: “PEPPINO IMPASTATO UNA VOCE LIBERA E CORAGGIOSA CHE NON DIMENTICHEREMO MAI”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
b_0_0_0_00_images_impastato9maggio.pngIl Vice-presidente nazionale dell’Unci ha ricordato l’attivista, ucciso dalla mafia 41 anni fa, sul luogo dell’omicidio
 
L’Unci ha ricordato Giuseppe Impastato a 41 anni dall'omicidio avvenuto a Cinisi (Pa) il 9 maggio del 1978 sulla linea ferroviaria che da Palermo conduce a Trapani. Il Vice-presidente nazionale dell'Unione cronisti, Leone Zingales ha reso omaggio all’attivista assassinato dalla Cosa nostra soffermandosi per alcuni minuti di riflessione sul luogo dell'omicidio. Nel casolare di via 9 maggio 1978, Peppino Impastato fu torturato a morte dai suoi carnefici. 
"La settimana scorsa, a Matera, il sacrificio di Peppino Impastato è stato ricordato in occasione della Giornata delle Memoria dedicata ai giornalisti uccisi da mafie e terrorismo, evento promosso dall’Unione cronisti - ha sottolineato Leone Zingales –. Oggi lo abbiamo ricordato qui a Cinisi davanti al casolare in cui ha trovato la morte. Peppino Impastato è stato un simbolo nella lotta alla prepotenza mafiosa. Dai microfoni di Radio Aut raccontava i misfatti della mafia e gli intrecci tra politica inquinata, comitati d’affari e capibastone. La sua era una voce libera e coraggiosa. Non lo dimenticheremo mai".  Il casolare di via 9 maggio 1978 a Marina di Cinisi è stato dichiarato nel 2014 sito di interesse culturale dalla Regione siciliana. 
 
 

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria