b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi l'articolo

Depliant per il Giardino della Memoria

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi12
Visite MeseVisite Mese1136
Tot. visiteTot. visite148413
Giovedì, 13 Dicembre 2018 04:27

AGGRESSIONE A OSTIA, I GIUDICI RICONOSCONO L’AGGRAVANTE DEL METODO MAFIOSO. L’UNCI: PRINCIPIO IMPORTANTE, GRAZIE AL LAVORO INCESSANTE DEI CRONISTI LOCALI

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

I giudici della IX sezione penale del Tribunale di Roma hanno inflitto sei anni di reclusione a Roberto Spada, accusato di avere aggredito il 7 novembre scorso ad Ostia il giornalista di un format Rai, Daniele Piervincenzi, e l'operatore televisivo Edoardo Anselmi. A Ruben Nelson Del Puerto, ritenuto dagli inquirenti il "guardaspalle" di Spada, i giudici hanno inflitto la stessa pena. "La sentenza, con l’affermazione dell’aggravante mafiosa, segna un principio importante a tutela dei giornalisti e della stessa comunità di riferimento– ha detto il presidente Galimberti - Mafiosità che, ricordiamolo, è stata “scoperta” dai giudici proprio a seguito dell’incessante lavoro dei cronisti locali, a cominciare da Federica Angeli. I cronisti minacciati non sono soli e l'Unci è e sarà sempre al loro fianco". Piervincenzi e Anselmi si erano avvicinati a Spada per un’intervista per conoscere i suoi rapporti con Casapound in vista delle imminenti elezioni a Ostia.

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano

 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria