Premio Cronista

Consigli Nazionali

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi27
Visite MeseVisite Mese1754
Tot. visiteTot. visite134361

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Lunedì, 23 Luglio 2018 09:33

INAUGURATA LA VIDEO-INSTALLAZIONE DI ANCARANI. IL GIARDINO DELLA MEMORIA RACCONTATO ALLA BIENNALE NOMADE

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Inaugurata a Palermo “Manifesta 12”, rassegna internazionale d’arte contemporanea

b_0_0_0_00_images_phocadownload_ancarani_-_titoli_finali.JPG 

b_0_0_0_00_images_phocadownload_ancarani_-_titolo.JPG

 

b_0_0_0_00_images_phocagallery_ancarani_-_video_giardino.JPG 

Inaugurata a Palermo l’edizione 2018 di Manifesta 12, la Biennale Nomade europea d’arte contemporanea intitolata “Il Giardino planetario. Coltivare la Coesistenza”. L’evento si concluderà il prossimo novembre e l’edizione del 2020 si svolgerà a Marsiglia.

In decine di location storiche del capoluogo isolano, sono state allestite opere d’arte,  installazioni, mostre. Centinaia i turisti e i visitatori che, nell’ultimo week-end, hanno affollato le sale espositive.  Nell’ex Oratorio della Madonna dei rifugio dei peccatori pentiti, in via Maqueda, è stata allestita la video-installazione dell’artista ravennate Yuri Ancarani. Si intitola “Lapidi 2018” e nei quasi 10 minuti di documentazione filmata scorrono le immagini di decine di siti, tra Palermo, Monreale, Portella delle Ginestre e Villagrazia di Carini, dove la mafia ha ucciso investigatori, religiosi, giornalisti, imprenditori, sindacalisti, magistrati, inermi cittadini. Ancarani nella sua efficace documentazione ha scelto anche il Giardino della Memoria di Palermo, il sito confiscato alla mafia e gestito da Unci e Anm, quale luogo-simbolo per ricordare tutte le vittime. Motivando la scelta del Giardino di Ciaculli l’artista ravennate ha detto: “In questo terreno che si affaccia sul monte Grifone, i magistrati ed i cronisti hanno dato vita a qualcosa di straordinario. Qui si tocca con mano la memoria”.

Yuri Ancarani è nato nel 1972. E’ un video artista e film-maker che conta nel suo palmares significative partecipazioni ad eventi di fama mondiale. I suoi lavori sono stati presentati a Basel Kunsthalle (2018, Basilea) e alla Biennale di Venezia. Con il lungometraggio “The challenge” ha vinto nel 2016 il premio speciale della giuria Cine+Cineasti al Festival di Locarno.

Nelle foto, dall'alto in basso, l'immagine finale del video, i titoli iniziali, Leone Zingales che illustra la storia del Giardino

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano