Premio Cronista

Consigli Nazionali

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi27
Visite MeseVisite Mese1754
Tot. visiteTot. visite134361

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

Lunedì, 23 Luglio 2018 09:37

BELLOMO (ASSOSTAMPA): “RINGRAZIAMO I CRONISTI E I MAGISTRATI PER LE ATTIVITA’ CONTRO LE ILLEGALITA’ CHE SI SVOLGONO QUI A CIACULLI“

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Delegazione del sindacato regionale dei giornalisti in visita al Giardino della Memoria di Palermo su invito dell’Unci

b_0_0_0_00_images_phocagallery_IMG_9230_2.jpg

 

Su invito dell’Unci, una delegazione dell’Assostampa siciliana ha visitato il Giardino della Memoria di Ciaculli.

Impegnato a Roma, in seno alla Fnsi, il segretario regionale Roberto Ginex ha ringraziato per l’invito il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales.

A Ciaculli sono intervenuti il tesoriere della Giunta regionale, Massimo Bellomo, e il membro della Giunta regionale Roberto Leone. Bellomo ha tributato ai cronisti e ai magistrati parole d’encomio per le attività, anche didattiche, che Unci e Anm svolgono nel sito confiscato “per contrastare le varie illegalità”.

Ad accogliere Massimo Bellomo e Roberto Leone a Ciaculli c’erano il vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, il presidente dell’Unci Sicilia, Andrea Tuttoilmondo, e il componente del Consiglio direttivo regionale dell’Unci, Antonella Romano. Un momento di riflessione è stato dedicato davanti agli alberi che ricordano il sacrificio del giornalista e scrittore Giuseppe Fava, ucciso a Catania il 5 gennaio 1984, e del giudice Antonino Saetta, trucidato assieme al figlio Stefano, il 25 settembre 1988 sulla strada scorrimento veloce Agrigento-Caltanissetta. Nel corso della visita, che si è svolta in gran parte sotto una fitta pioggia, Leone Zingales ha mostrato ai colleghi un oggetto appartenuto al giornalista Giuseppe Alfano, un portadocumenti che il cronista ucciso nel 1993 a Barcellona (Messina) aveva con sé al momento dell’assassinio.

"Lo scorso autunno – ha sottolineato Leone Zingales – i familiari dei giudici Falcone e Borsellino e del giornalista Alfano hanno donato all’Unci alcuni oggetti appartenuti alle vittime che vengono mostrati in occasione di visite di scolaresche, turisti e di autorità al Giardino della Memoria. Un modo concreto per avvicinare i visitatori alla storia delle vittime".

Nella foto:da sinistra: Andrea Tuttoilmondo, Roberto Leone, Leone Zingales e Massimo Bellomo davanti all'albero che ricorda l'assassinio del giudice Antonino Saetta e del figlio Stefano

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano