Premio Cronista

Consigli Nazionali

Registrati al sito

Cerca nel sito

Visite nel sito

Visite OggiVisite Oggi49
Visite MeseVisite Mese1866
Tot. visiteTot. visite131590

Abbiamo 21 visitatori e nessun utente online

Martedì, 19 Giugno 2018 14:02

IL GIARDINO DELLA MEMORIA DI PALERMO IN UNA VIDEO-INSTALLAZIONE DI YURI ANCARANI PER LA BIENNALE INTERNAZIONALE MANIFESTA 2018

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

L’artista ravennate questa mattina ha visitato il sito di Ciaculli gestito da Unci e Anm e ha effettuato le riprese per l’opera che sarà presentata il 16 giugno

 

b_0_0_0_00_images_phocagallery_anca_1.JPG

 

b_0_0_0_00_images_phocagallery_ancarani_effettua_le_riprese_al_giardino_1.JPG

 

Il Giardino della Memoria di Ciaculli è stato scelto dall’artista ravennate Yuri Ancarani per una originale video-installazione che sarà presentata alla Biennale Manifesta 2018. Questa mattina Ancarani è stato accolto a Ciaculli dal vice-presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, il quale ha spiegato all’artista le finalità del sito che è gestito da Unci e Anm dal 2005.

Yuri Ancarani si è soffermato, per un momento di riflessione, davanti all’albero dedicato al giudice Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e ai tre agenti di polizia trucidati nell’attentato del 23 maggio 1992. Quindi, per oltre un’ora, ha effettuato le riprese video lungo il perimetro dell’area in cui sono stati piantati gli alberi dedicati alle vittime della mafia.

“Qui i magistrati ed i cronisti hanno dato vita a qualcosa di straordinario – ha detto Ancarani – e proprio per questo, per l’opera che sto completando, è stato scelto il Giardino di Ciaculli assieme ad altri luoghi significativi di Palermo”.

La video-installazione, della durata di circa 9 minuti, conterrà alcuni dei luoghi in cui la mafia ha ucciso magistrati, investigatori e sindacalisti, oltre che luoghi d’arte.

Manifesta è la biennale nomade europea di arte e cultura contemporanea. Si svolgerà a Palermo dal 16 giugno al 4 novembre 2018 e ha per titolo “Il Giardino Planetario-Coltivare la Coesistenza”.

Yuri Ancarani, nato a Ravenna, nel 1972,

è un video artista e film-maker. I suoi lavori sono stati presentati a numerose mostre e musei nazionali ed internazionali, tra cui: Sculture, Basel Kunsthalle, (2018) Basel, Switzerland 55° Esposizione d’Arte Internazionale, Il Palazzo Enciclopedico, La Biennale di Venezia (Venezia), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino), MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (Roma), Hammer Museum (Los Angeles, California), R. Solomon Guggenheim Museum (New York, USA). Con il lungometraggio The Challenge ha vinto nel 2016 il premio speciale della giuria Ciné+ Cineasti del presente al Festival di Locarno.

Nelle foto: in alto Ancarani con il vicepresidente nazionale dell'Unci, Zingales; sotto l'artista ravennate durante le riprese nel Giardino della Memoria

b_0_0_0_00_images_pieghevole-Giardino-della-memoria-01.jpg

Leggi articolo

Depliant per il Giardino della Memoria


 

b_0_0_0_00_images_giornatamemoria2010.gif

 Leggi articolo 

Libro Giornata della Memoria

 

b_0_0_0_00_images_qalfano.gif

  Leggi articolo 

Quaderno sul Ddl Alfano